Attività

Anno 1998

quest’associazione ha aderito alla confederazione di Protezione Civile  “Volontari per il Vesuvio”, ed ha partecipato all’esercitazione “Vesuvio 98”.

Da anni partecipa a numerose iniziative di inclusione sociale, collaborando con il Centro Laila di Castel Volturno (Ce).


Anno 1999

l’associazione ha collaborato con la Protezione Civile nell’intervento presso “Sarno 1999” per l’emergenza alluvionale.


Anno 2003

Giornalino – edizione del nostro periodico associativo annuale

Convegno: “Emergenza, che fare…”


Anno 2004

Giornalino – edizione del nostro periodico associativo annuale

Convegno: “ Assistenza, quale futuro..”

Corso di BLSD rivolto agli operatori nel campo dello sport (allenatori, tecnici, dirigenti..)


Anno 2005

Giornalino – edizione del nostro periodico associativo annuale

Corso di BLSD rivolto agli operatori nel campo della Protezione Civile

Corso di BLSD rivolto agli studenti dell’Istituto Duca degli Abruzzi

Convegno:”La politica dell’Emergenza in Italia e in Campania”

Progetto “Tour Sportivo e Solidale” – “ S.O.S. Nord Corea” in collaborazione con il Comune di Castellammare di Stabia e il CESVI Bergamo;

L’Associazione diventa provider n.10973, referente n. 12191 per gli eventi formativi presso il Ministero della Salute.


Anno 2006

7 Corsi di BLSD – rivolti agli operatori nel campo della Protezione Civile

2 Corsi di BLSD – rivolto agli studenti dell’Istituto Duca degli Abruzzi

Convegno: “Emergenza Sanitaria nel Mediterraneo” con crediti ECM. presso l’A.O.R.N. Cardarelli. Partecipa tutto il Volontariato del 118 e tutte le più importanti associazioni di Protezione Civile, nonché quelle del Terzo Settore.

L’associazione con i suoi istruttori, le sue sezioni provinciali contribuisce allo sviluppo culturale e civile dei lavoratori, dei cittadini, dei volontari, nonché alla prevenzione.

Pubblica ancora volantini, brochure, giornalini per informare e, soprattutto, formare operatori di Protezione Civile. Organizza con i propri formatori corsi di Primo Soccorso BLSD.

Ha redatto protocolli d’intesa con la Società Nazionale di Salvamento per contribuire alla formazione degli iscritti per il conseguimento del brevetto di Assistente Bagnanti e Soccorso in mare con la Guardia Costiera.

Iscrizione Registro Regionale del Volontariato della Regione Campania.

Protocollo d’intesa con l’associazione G. Mango per l’assistenza degli ammalati oncologici presso l’ospedale Cardarelli.

Assistenza degli ammalati oncologici nel viaggio a Lourdes nel giugno 2006 sia sanitaria che psicologica.


Anno 2007
Nel 2007 29 maggio Convegno : “Sanità-Scuola-Protezione Civile Una Silenziosa Rivoluzione

Progetto” Gli angeli custodi dell’arresto Cardiaco”, corsi di formazione del personale per l’utilizzo dei defibrillatori DAE L’associazione ha organizzato corsi di Primo Soccorso Aziendale per la Carrefour Campania Convegno presso l’istituto Sannino : “Scuola, Sanità, Protezione Civile, una rivoluzione silenziosa”. Fondazione della scuola di elisoccorso : European School Search and Rescue presso la base SAM di Bellizzi e Scuola di volo presso l’elisuperficie Vallecaudina (AV) L’organizzazione è responsabile dei Corsi di Formazione BLSD: Progetto della Provincia, in associazione con il Ministero dell’Istruzione, “Per una cultura della Protezione Civile”

Corsi organizzati con il Provveditorato agli Studi nell’anno 2007:

23/02 – Scampia – S.Pertini
24/02- Ariano Irpino N.R. Martiri
29-30/05 – Ercolano – Rodino;
01/06 – Benevento, le streghe;
04/06- Ponticelli – Archimede;
05/06 – Grumo Nevano- Matteotti;
7-8/06 – S.Giuseppe Vesuviano- ITC Giordano;
13-15/06 – IPIA Ponticelli;
18-19/06 – Arenella – E.A.Mario

Viaggio a Lourdes per i malati oncologici dell’Azienda Cardarelli con accoglienza e assistenza sia psicologica che sanitaria nel mese di giugno.


Anno 2008

Stipula protocolli d’intesa con LUPT Università di Napoli Federico II e con l’Università Orientale per la formazione sanitaria e culturale, favorendo scambi e dialogo tra le comunità di diversa cultura e civiltà.
Organizza Corso BLSD per dirigenti e allenatori sportivi


Anno 2009-2010

Partecipa alla corsa contro il tumore del seno “Race fore the Cure” tenutasi a Piazza del Plebiscito a Napoli, anche con un proprio stand informativo..Partecipa attivamente all’evento “Arte, Cultura e Sviluppo del Mezzogiorno” Bando di idee 2009 CSV Le reti della solidarietà : Legalità e convivenza non violenta.Corsi di informazione sanitaria in collaborazione del Provveditorato agli Studi presso i plessi scolastici Scuole Medie Superiori sia per gli alunni, che per i docenti. L’associazione collabora all’organizzazione dell’evento “Le Stagioni dell’Enogastronomia” Progetto di Servizio Civile Nazionale “Insieme per la Vita” che prevede la partecipazione di quattro volontari per la diffusione e la sensibilizzazione tra la cittadinanza del primo soccorso e informazioni su varie patologie.. Progetto “Pony della solidarietà e della sicurezza” nel territorio della Municipalità 6 del Comune di Napoli. Il servizio prevede attività di socializzazione, disbrigo pratiche, accompagnamento e altri interventi a bassa soglia diretti agli anziani.


Anno 2010-2011

L’Agorà dei giovani. Contratto di comodato d’uso con il Monastero della Visitazione di Santa Maria ai Camaldoli per seminari, assistenza sanitaria per varie patologie, con la collaborazione di due valenti psicologhi.


Anno 2012
9/08/2012 :: 13:43:49 da il Quaderno.it Associazione Buona Sanità: ‘Necessario un Primo Soccorso a Montesarchio’“Archiviare la figura del medico di base è l’idea del ministro della salute Balduzzi. Il “nostro dottore” che lavorava in solitario, per 5 giorni la settimana, irreperibile nel fine settimana ora potrà essere in compagnia e lavorare anche nei giorni festivi. Insomma, il medico ci sarà 24 ore su 24.” Così in una nota dell’Associazione per la Buona Sanità Valle Caudina. Una rivoluzione o una riforma inaugurata dal Governo Monti che eviterà di ingolfare i Pronto Soccorso. “Quello che il Governo oggi impone come legge dello Stato è una soluzione che in modi diversi l’associazione per la Buona Sanità aveva tentato di realizzare in Valle Caudina con l’istituzione di un posto di Primo Soccorso. Ma nonostante i continui solleciti da parte dell’Associazione per aprire un pronto soccorso a Montesarchio, c’è stato e c’è ancora silenzio! Un posto di pronto o primo soccorso in Valle Caudina – ha affermato Giovanni De Mizio presidente dell’Associazione – è urgente e necessario da anni. Le strutture ci sono. Quando abbiamo raccolto le firme in tutta la Valle avevamo anche ipotizzato la sede per il primo soccorso, lungo la via Appia (nella zona di Sferracavallo). Avere medici e personale specializzato tra infermieri, autisti di ambulanze e qualche altra figura sanitaria professionale a disposizione h 24 era ed è una garanzia per tutti. Questo è lo spirito con cui riproponiamo l’importanza di realizzare un primo soccorso in Valle Caudina, anche se i medici dovranno ormai associarsi per legge. In Lombardia ed in Veneto sono già in corso sperimentazioni in tal senso”. Il centro di primo soccorso potrebbe avvalersi anche dei laboratori di analisi e radiologia del Distretto Sanitario dell’Asl di Montesarchio. “Questo però – ha continuato De Mizio – prima che l’Asl possa andar via da Montesarchio come ipotesi che si paventa e, dalla Valle Caudina. Sarebbe un’altra grave perdita per l’intero comprensorio. Ed ancora una volta a farne le spese sarà la salute dei cittadini. Posti di lavoro e cittadini tutelati nella salute sarà il grido di battaglia dell’Associazione per la Buona Sanità Valle Caudina che, continuerà nella sua lotta. Si parla – ha concluso il presidente dell’Associazione – di Città Caudina, di servizi in comune e non si pensa prima di tutto alla salute e al lavoro. Gli altri settori di certo importanti, potrebbero anche figurare al secondo posto

loading